speed test può risultare importante

Calcolare la frequenza dei dati trasmessi tramite lo speed test

A cosa serve lo speed test e perché la mia connessione rallenta?

Chiunque abbia dubbi sull’effettiva velocità di connessione alla quale è solito navigare, può affidarsi ad uno dei metodi più semplici e veloci capaci di offrire dati attendibili sulla rapidità del flusso dati in fase di ricezione.

La connessione ADSL può variare la propria rapidità nella fase di scambio dati a causa dell’intromissione di taluni fattori che, nel lungo periodo, possono inficiare le prestazioni del computer e parallelamente ridurre la bontà del segnale che genera una maggiore o minore velocità di connessione. I fattori che possono peggiorare la quantità di dati in entrata o in uscita sono tanti ed uno speed test può risultare importante nel far luce su alcuni di essi.

speed test può risultare importanteLe cause di un rallentamento della propria velocità di connessione sono imputabili al computer in uso, al sistema operativo installato e agli aggiornamenti di cui si dispone, al gestore telefonico con il quale si è provveduto a stipulare il contratto di servizio, alla distanza fra l’utenza e la centralina ADSL che funge da nodo, alle condizioni e alla manutenzione effettuata sui cavi in rame che trasportano la connessione fino alla propria abitazione.

Proprio quest’ultimo particolare è quello in grado di condizionare maggiormente la rapidità del flusso dei dati sensibili, considerata la facilità con la quale il doppino in rame è soggetto al degrado e alle eventuali interferenze.

Attraverso uno speed test è possibile conoscere la velocità di connessione e le fluttuazioni della stessa nel breve e nel lungo periodo.

 

Come faccio ad effettuare uno speed test?

Niente di più facile. Internet annovera moltissimi siti specializzati nell’offerta al pubblico di questo particolare servizio. Per ricorrere ad uno speed test basterà collegarsi ad uno di questi siti e seguire la breve procedura guidata.

Dopo pochi secondi, il cursore rileverà la velocità effettiva alla quale viaggia la connessione. Dati alla mano, risulterà sensibilmente più semplice trarre le proprie conclusioni ed analizzare nel particolare i possibili fattori che contribuiscono nell’inficiare la bontà della connessione.

Dopo aver effettuato uno o più speed test ed essere sicuri della minore velocità di connessione disponibile rispetto a quella promessa dall’operatore, diverrà necessario valutare ogni singolo aspetto legato all’hardware in uso e a taluni fattori esterni.

Una connessione molto più bassa di quella prevista può dipendere dalla presenza di malware o di virus, piuttosto che da un dispositivo datato o da un sistema operativo obsoleto e non più in grado di ricevere i necessari pacchetti d’aggiornamento dalla rete.

Se il problema dovesse essere uno di questi, non sarà difficile ricorrere alle correzioni opportune. In caso contrario, invece, sarà necessario valutare altri aspetti in grado di travalicare anche lo stato del computer in uso.

Uno di questi fattori e, probabilmente il più importante in tema di connessioni ADSL, è la distanza che separa la propria abitazione dalla centralina da cui si dipanano i doppini telefonici in rame che portano i dati all’utenza.

Una distanza eccessiva, infatti, può causare una dispersione importante del segnale che deve fare i conti con le interferenze ed i frequenti campi elettromagnetici che minano il tragitto. Da non sottovalutare, inoltre, il deterioramento che colpisce i cavi ADSL.